Giochi, Melis (M5S in Liguria): “Approvato Piano sociosanitario regionale 2017-2019, ma bocciato il nostro emendamento sul gioco”

Nella seduta del Consiglio regionale in Liguria, dopo un lungo dibattito terminato nella serata di ieri, è stato approvato – con 16 voti a favore (maggioranza di centro destra) e 14 contrari (minoranza) – il Piano sociosanitario regionale 2017-2019. Per l’attuazione del piano sono elementi costitutivi fondamentali: Alisa, il direttore sociosanitario, i dipartimenti interaziendali regionali, la rideterminazione degli assetti organizzativi delle aziende (Processo organizzativo aziendale). Uno dei punti cardini del piano è rappresentato dalla riorganizzazione della rete ospedaliera: tra i principi fondamentali c’è il mantenimento della dotazione di posti letto per acuti e l’implementazione della dotazione di posti letto per riabilitazione e a media intensità. “L’implementazione delle attività di informazione, prevenzione rivolte alla popolazione generale, nonché l’incremento dell’offerta di cura e presa in carico dei soggetti ludopatici”. Sono alcune delle misure in materia di contrasto al Gap incluse nel Piano socio-sanitario 2017-19 della Liguria. Nell’ambito del dibattito in Aula è stato respinto l’emendamento sul Gap presentato dal consigliere Andrea Melis, del Movimento Cinque Stelle. “La Giunta Toti boccia il nostro emendamento per inserire nel Piano Socio-Sanitario Regionale il contrasto al gioco d’azzardo patologico”, commenta Andrea Melis, portavoce MoVimento 5 Stelle Liguria. “L’emendamento del MoVimento 5 Stelle prevedeva, oltre a maggiori tutele per i soggetti vittime di GAP, anche il mantenimento delle opportune distanze delle slot e delle case da gioco dai luoghi di aggregazione sociale. Ma da quell’orecchio la Giunta Toti proprio non ci sente, non perdendo occasione per mostrare il suo vero volto”, conclude Melis. “Un bel regalo per la Liguria questo Natale. Abbiamo approvato il piano socio sanitario della regione: cure più efficaci, maggiore assistenza domiciliare per i pazienti, nuovi pronto soccorso, minori costi per il contribuente. Così sotto l’albero comincia una Liguria migliore”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha commentato l’approvazione in Consiglio regionale del Piano sociosanitario 2017-2019. cdn/AGIMEG