Faggiani (ANCI): “Necessaria norma di riordino del settore giochi, ma Legge di Bilancio sembra voler andare in tutt’altra direzione”

“Il senatore Mirabelli, intervenendo ad una iniziativa presso la Camera dei deputati, ha dichiarato che “serve una norma che riordini i giochi. Non possiamo continuare ad intervenire in questo modo sulla filiera”, concludendo poi con l’affermazione che continuerà a lavorare per una riforma complessiva del settore. Si tratta di affermazioni pienamente condivisibili, espresse da un parlamentare che, da tempo, ha presentato un disegno di legge, un vero e proprio codice di riordino del settore”. Sono le parole di Domenico Faggiani, responsabile del Coordinamento Anci sulle problematiche del gioco. “Del resto – ha aggiunto -, questa sembrava essere la strada che la maggioranza di governo voleva imboccare. Soltanto pochi giorni fa la Camera dei deputati ha approvato un ordine del giorno, collegato al decreto fiscale, che, dopo aver ricordato l’Intesa a suo tempo raggiunta in sede di Conferenza Unificata e l’importanza di tale documento, impegnava il Governo a valutare l’opportunità di intervenire attraverso l’emanazione di provvedimenti in materia di disciplina dei giochi leciti. Il testo dell’ordine del giorno si concludeva con l’affermazione che “risulta non più rinviabile il riordino di tutta la materia”. Ma, concludendo i lavori sulla legge di bilancio 2020, la Commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento, presentato dal sen. Endrizzi, che sembra voler andare in tutt’altra direzione. L’emendamento – ha detto -, che contiene tutta una serie di modifiche all’articolo 92, non solo contraddice in pieno la sostanza dell’ordine del giorno approvato alcuni giorni fa che – come ho ricordato – richiamava espressamente l’Intesa della Conferenza Unificata; ma anche quanto sostenuto oggi dal sen. Mirabelli sulla filiera e sul riordino. Nelle prossime ore cercheremo di valutare appieno il contenuto dell’emendamento che potrebbe anche mettere a rischio tutto il lavoro fatto sull’applicativo SMART. Uno strumento utile per gli enti locali, non solo per il monitoraggio e controllo degli orari delle VLT, ma anche per consentire agli amministratori locali di conoscere ciò che accade sul loro territorio in materia di gioco legale, quindi non solo apparecchi ma tutte le tipologie di gioco con vincita in denaro”, ha concluso. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here