Distanze, Tar Emilia non blocca chiusura sala di Formigine. “Provvedimento di aprile, la sala poteva trovare alternative”

“La chiusura della sala giochi era prevista almeno dal 2 aprile 2019”, in questo lasso di tempo “la ricorrente ha quindi avuto un lungo periodo di tempo per trovare soluzioni imprenditoriale alternative”. Con questa motivazione il Presidente della Prima Sezione del Tar Emilia ha respinto la richiesta di una sala scommesse di sospendere in via cautelare i provvedimenti con cui il Comune di Formigine, Modena, ha disposto la cessazione dell’attività per il mancato rispetto delle distanze. Nel decreto, il Presidente della Sezione sottolinea anche che “sull’interesse privato imprenditoriale prevale l’interesse pubblico alla salute, per soddisfare il quale sono emanate le misure di contrasto alla ludopatia”. La richiesta di sospensiva verrà comunque discussa nuovamente in camera di consiglio, in contraddittorio con il Comune, nell’udienza del 15 gennaio prossimo. rg/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here