Casale Monferrato (AL), via libera a odg su agevolazioni per esercizi no slot. Demezzi (cons. Ritrovare Casale): “Amministrazione censirà slot sul territorio”

E’ stato approvato a Casale Monferrato, nella provincia di Alessandria in Piemonte, con un emendamento di Forza Italia, l’ordine del giorno presentato dai consiglieri di Ritrovare Casale Demezzi, Abbate e Pasco in merito alla concessione di agevolazioni agli esercizi che non hanno macchine slot. Il presente ordine del gioco impegnava il Sindaco e tutta l’Amministrazione di Casale Monferrato a: “intervenire sul Regolamento della TARI e a mettere a disposizione, nel prossimo bilancio di previsione, le risorse necessarie per un primo intervento  per incentivare chi non installa o toglie le slot negli esercizi pubblici e dalle sale giochi con il rilascio di un marchio “Slot Free Monferrato” ; a controllare e a far rispettare quanto stabilito dal regolamento,  con l’applicazione di sanzioni su eventuali violazioni; azioni di sensibilizzazione, di prevenzione e cura della ludopatia in collaborazione con il SER.T”. “L’ordine del giorno è stato approvato, nonostante il tentativo di FI, con la presentazione di un emendamento, di escludere qualunque tipo di possibile impegno del Comune in merito alla concessione di agevolazioni per i locali che dismettono le slot machine”, ha spiegato Giorgio Demezzi, consigliere di Ritrovare Casale. “C’è stata – ha aggiunto – un’interruzione di più di un’ora in Consiglio Comunale, con conferenza dei capigruppo molto animata, alla fine è stato trovato un compromesso accettabile che prevede per la parte agevolazioni quanto segue ‘Previo censimento, verificare la possibilità di introdurre agevolazioni incentivanti per i pubblici esercizi che, al di fuori dei casi di legge, tolgono le slot machine’. Interessante – ha continuato – è l’impegno che prende l’Amministrazione di effettuare un censimento delle slot machine ancora presenti nel nostro territorio, certamente verificherò il mantenimento di questo impegno assieme agli altri che fanno parte del nostro ordine del giorno e cioè: di mettere a disposizione, nel prossimo bilancio comunale, con riferimento all’annualità 2020, le risorse per un primo intervento utile a: diffondere presso gli esercizi pubblici i comportamenti virtuosi identificati con il marchio “Slot free Monferrato”; sostenere azioni concrete di sensibilizzazione, di prevenzione e cura del disturbo da malattia di gioco d’azzardo anche in collaborazione con il S.E.R.T.”, ha detto. “Non è stato semplice ma alla fine anche i gruppi di maggioranza hanno condiviso l’obiettivo di questo ordine del giorno per dare un segnale di responsabilità sociale ed attenzione verso le persone più fragili e deboli che possono essere colpite da questa vera e propria malattia purtroppo diffusa anche nella nostra città”, ha concluso. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here