Arcadio (Fisascat Cisl Puglia): “Non si può sconfiggere la ludopatia con il distanziometro”

“La ludopatia non si può sconfiggere con il distanziometro. Ormai si può giocare tranquillamente con gli smartphone. Ormai tutte le grandi catene televisive pubblicizzano il gioco online. Noi diciamo sì al gioco legale, che porta a queste migliaia di lavoratori il pane a casa. Oggi migliaia di lavoratori sono a rischio se la Regione Puglia non troverà una soluzione. Il nostro Governo regionale non vuole trovare soluzioni, ma ci sono. Chiediamo di essere ascoltati. Stiamo aspettando un emendamento che prevede che il distanziometro valga solo per le prossime aperture, lasciando salve le vecchie. Ma ci aspettiamo soluzioni alternative per sconfiggere la ludopatia”. E’ quanto ha detto Antonio Arcadio, segretario generale della Fisascat Cisl Puglia, durante la manifestazione presso la sede del Consiglio Regionale della Puglia, ai microfoni di Antenna Sud. “Il comparto entrerebbe in crisi se dovesse entrare in vigore il distanziometro. E’ un comparto particolare. C’è un conflitto tra etica e il mondo del lavoro. Siamo qui a difendere sia uno che l’altro. Preoccupiamoci di ridimensionare i giochi online e che ci sia una norma che garantisca i lavoratori presenti sul territorio. Se il distanziometro permette il controllo, il gioco online no”, ha aggiunto una responsabile CGIL. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here