Bertola (cons. M5S Piemonte): “Piano regionale di contrasto del Gap, auspichiamo che a promesse dell’esecutivo seguano fatti concreti”

“Il piano regionale di contrasto e prevenzione del gioco è rimasto sulla carta senza concrete attuazioni sul territorio piemontese. Un piano arrivato già in ritardo rispetto a quanto indicato dalla legge 9-2016 “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico” ed il cui finanziamento è stato successivamente rinviato a causa di un ricorso alla giustizia amministrativa. Oggi in Consiglio regionale abbiamo chiesto conto alla Giunta sullo stato di attuazione ottenendo solo rassicurazioni circa un rapido intervento. Auspichiamo che alle promesse dell’esecutivo seguano fatti concreti oltreché i fondi necessari provenienti dal Governo nazionale”. Sono le parole di Giorgio Bertola, Consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle in Piemonte. “La legge piemontese di contrasto al gioco rappresenta senza dubbio un’eccellenza nazionale in questo settore, è infatti quella più restrittiva e viene presa come esempio da altri enti regionali”, ha aggiunto. “Per essere efficace è necessario attuare quanto prima il Piano di contrasto e prevenzione. Continueremo a vigilare ed a tenere alta l’attenzione su questo fronte”, ha concluso. cdn/AGIMEG