Operazione “The imitation Game”: condannato a 4 anni e 6 mesi imprenditore del settore del gioco online

Condannato dal Tribunale di Roma a 4 anni e 6 mesi l’imprenditore del settore del gioco online, Luigi Tancredi. L’operazione anti-mafia denominata ‘The imitation Game’ che ha portato all’arresto del “re del poker” risale al 2016. Gli Agenti del Servizio centrale investigazione criminalita’ organizzata della Guardia di finanza (Scico) e del Servizio centrale operativo della Polizia di Stato (Sco) eseguirono 13 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti soggetti, vicini a varie organizzazioni mafiose. Al centro dell’attività criminale la gestione di apparecchi da gioco e gioco online. Tancredi sembra aver assunto “un ruolo primario, e quasi monopolistico, nella gestione delle scommesse illecite effettuate da piattaforme online”. Tancredi è accusato di associazione a delinquere e intestazione fittizia di beni. Condannato invece a 3 anni e 8 mesi Antonio Boi, addetto al recupero crediti da debiti di gioco. lp/AGIMEG