Manovra, le modifiche del Governo costano 1,1 miliardi: le minori entrate da plastic e sugar tax compensate da aumento tassa sulla fortuna

Le modifiche del Governo al ddl bilancio ‘costano’ 1,1 miliardi di euro. La Robin tax limitata alle concessionarie del trasporti – cioè l’incremento di 3,5 punti percentuali della tassazione sui redditi di impresa (Ires) limitato solo a queste aziende – farà incassare 455 milioni in meno rispetto alla versione originaria del provvedimento, a cui si aggiungono 331 milioni di minori entrate dovute alla riformulazione della sugar e plastic tax. Il sub emendamento al ddl bilancio, presentato dal governo in commissione Bilancio al Senato, sarà finanziato, per circa un terzo delle risorse, attraverso l’aumento della tassazione sui giochi, a cui si aggiungono altri 500 milioni che provengono dal Fondo per le esigenze indifferibili (295 mln) e dal Fondo per interventi strutturali di politica economica (213 mln). E’ quanto si legge su ‘Repubblica’. Sale così ancora una volta la cosiddetta “tassa sulla fortuna”. Sul gioco, il subemendamento del governo interviene su vari capitoli. Secondo quanto si legge nella relazione tecnica alle modifiche, si risistema tutta la materia toccata sia dal decreto Fisco che dalla vera e propria legge di Bilancio. I primi aspetti riguardano il prelievo unico che si effettua sulle “macchinette” (le Awp e le VLT): l’incremento (con conseguente riduzione della percentuale di somme giocate destinate alle vincite) dovrebbe portare in dote circa 650 milioni per ciascun anno del triennio. Si riscrivono poi i prelievi sulle vincite. Sempre per le Vlt, la soglia scende da 500 a 200 euro e contemporaneamente l’aliquota sale dal 12 al 20 per cento. Per le lotterie istantanee – come i Gratta e Vinci – e i giochi numerici a totalizzatore la soglia indicata è invece a 500 euro e l’aliquota al 20 per cento. Da questi secondi interventi si aspetta un gettito da oltre 470 milioni.Secondo le stime, lo slittamento al 1 luglio del prossimo anno della plastic tax comporta una riduzione di 156,3 mln di incasso previsto. Con lo slittamento della sugar tax al primo ottobre 2020 si stima un minor gettito di 175 milioni nel 2020. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here