Giochi, Petrone (A.d. Sisal) ad Agimeg: “Bene l’accordo Stato-Regioni, ma siamo preoccupati su alcuni punti che meritano di essere chiariti”

“L’accordo siglato nei giorni scorsi fra Stato e Regioni in tema di riordino del settore dei giochi è stato molto positivo. E’ tuttavia necessario chiarire ancora alcuni punti. In particolare siamo preoccupati per i regolamenti comunali che penalizzano fortemente chi ha investito nel settore. Speriamo che con il decreto attuativo queste nostre preoccupazioni vengano smentite. Il sottosegretario Baretta in questo senso sta lavorando molto bene e condividiamo quanto fatto sin ora. L’importante è che vi siano regole chiare per tutti”. E’ quanto ha dichiarato ad Agimeg Emilio Petrone amministratore delegato di Sisal Group a margine della presentazione del Rapporto di Sostenibilità 2016. In merito alla riduzione del parco slot prevista dal nuovo regolamento (da 400 mila a 265 mila n.d.r.) l’a.d. di Sisal ha detto: “Ritengo sia una misura corretta ridurre l’offerta di gioco degli apparecchi, al fine di rendere il mercato più sostenibile. L’importante è che non vengano penalizzate le aziende che operano nel settore. Noi rappresentiamo infatti gli operatori di gioco legale, baluardo di quello illegale”. Tra gli obiettivi del Gruppo Sisal per i prossimi mesi Petrone ha rivelato che “continueremo a lavorare sulla digitalizzazione, che rappresenta il futuro, in tema di investimenti economici e di investimenti nel personale aziendale. L’obiettivo è sviluppare l’azienda sulle direttrici che da sempre rappresentano i pilastri per Sisal: l’attenzione per il sociale, l’innovazione e la sostenibilità”, ha concluso. cr/AGIMEG