Giochi, anche a dicembre lotta all’azzardo al centro dei regolamenti comunali italiani: dall’introduzione di distanziometri e limiti orari al rafforzamento dei fondi per il contrasto alla ludopatia

Anche nel mese di dicembre il contrasto al gioco d’azzardo è stato al centro di diversi interventi legislativi e regolamenti comunali. Tra i più signifiativi, in provincia di Torino il Consiglio Comunale di Borgaro ha escluso qualsivoglia limitazione alla Legge regionale sul gioco. A Licata, in provincia di Agrigento, è stato approvato il regolamento che prevede il distanziometro a 300 metri dai luoghi sensibili, l’introduzione di limiti orari e un giorno di chiusura assoluta per i punti gioco, mentre a Cairo Montenotte, in provincia di Savona, il nuovo testo unico sul commercio prevede sale giochi fuori dal centro storico e aperte solamente di notte. A Modena rafforzata la lotta al gioco, con lo stanziamento di 500 mila euro per la prevenzione e il contrasto alla ludopatia.

Consiglio Borgaro (TO): “No a qualsiasi limitazione a Legge Regionale su gioco d’azzardo” 20/12/2019 10:17

Focus sul contrasto al gioco d’azzardo patologico durante l’ultimo Consiglio Comunale a Borgaro, in provincia di Torino. E’ stato infatti votato all’unanimità l’ordina del giorno sulla contrarietà del Consiglio comunale a qualsivoglia forma di limitazione della legge regionale sul gioco. cdn/AGIMEG

Consiglio Borgaro (TO): “No a qualsiasi limitazione a Legge Regionale su gioco d’azzardo”

Licata (AG): via libera al regolamento sul contrasto della ludopatia. Distanziometro a 300 metri dai luoghi sensibili, limiti orari e un giorno di chiusura assoluta per i punti gioco 20/12/2019 11:03

È stato approvato in Consiglio Comunale a Licata, nella provincia di Agrigento, il Regolamento per la prevenzione, il contrasto e la riduzione del rischio della dipendenza da gioco d’azzardo patologico. Il regolamento prevede: l’istituzione di un gruppo di lavoro costituito da professionisti del SERT e assistenti sociali del Comune, limiti orari, fissati con un’ordinanza del sindaco, per i punti gioco, tariffe agevolate sui tributi locali per gli esercenti che rinunciano alle attività di gioco d’azzardo, un giorno di chiusura assoluta, ogni primo del mese, per le attività di gioco d’azzardo, distanziometro a 300 metri dai luoghi considerati sensibili come istituti scolastici, luoghi di culto, impianti sportivi e centri giovanili, strutture operanti in ambito sanitario o socio assistenziale, strutture ricettive e strutture ricettive per categorie protette, giardini, parchi e spazi pubblici attrezzati, sportelli bancari, postali o bancomat. cdn/AGIMEG

Licata (AG): via libera al regolamento sul contrasto della ludopatia. Distanziometro a 300 metri dai luoghi sensibili, limiti orari e un giorno di chiusura assoluta per i punti gioco

Cairo Montenotte (SV), nuovo testo unico sul commercio: sale giochi fuori da centro storico e aperte solo di notte 20/12/2019 10:42

Medie e grandi strutture commerciali, palestre e sexy shop dovranno saranno tagliate fuori dal centro storico di Cairo. Così come le sale giochi che, inoltre, potranno aprire solamente la notte. Questo è quanto prevede a Cairo Montenotte, nella provincia di Savona, il nuovo testo unico sul commercio. “I principi da seguire sono moltissimi. Fino ad oggi abbiamo dovuto districarci tra un’enorme mole di regole, che a volte risultavano anche di difficile consultazione, visto che erano sparse in più regolamenti. Abbiamo deciso di mettere mano a questa situazione: stiamo elaborando un nuovo piano, a gennaio ci confronteremo con i commercianti in modo da poterlo applicare con la bella stagione”, ha sottolineato il vicesindaco Roberto Speranza. Entreranno a far parte del nuovo regolamento, quindi, anche le norme per sale giochi, che dovranno rispettare la distanza minima dalle aree sensibili. cdn/AGIMEG

Cairo Montenotte (SV), nuovo testo unico sul commercio: sale giochi fuori da centro storico e aperte solo di notte

Modena, stanziati 500mila euro per la prevenzione e la lotta alla ludopatia 19/12/2019 18:18

Promuovere iniziative e campagne di sensibilizzazione anche nelle scuole sui rischi legati al gioco d’azzardo, soprattutto quello on line. Per questo progetto l’Ausl di Modena avrà a disposizione oltre 500 mila euro, provenienti dal Fondo regionale di contrasto al gioco d’azzardo che mette in campo oltre tre milioni di euro; la ripartizione per distretto e le finalità delle risorse è stata presentata nei giorni scorsi alla Conferenza territoriale sociale e sanitaria della provincia di Modena. Tra le iniziative, coordinate dall’Ausl tramite un gruppo provinciale, spiccano anche i laboratori per studenti, insegnanti e genitori sul gioco d’azzardo on line (“gambling” e “gaming”), fino alla formazione dei docenti a partire da un modello unico da proporre alle scuole del territorio. ac/AGIMEG

Modena, stanziati 500mila euro per la prevenzione e la lotta alla ludopatia

Canicattì (AG): via libera a Regolamento per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico 18/12/2019 15:41

A Canicattì, nel libero consorzio comunale di Agrigento in Sicilia, è stato approvato il Regolamento per la prevenzione, il contrasto e la riduzione del rischio della dipendenza da gioco d’azzardo patologico. Il regolamento prevede: l’istituzione di un gruppo di lavoro costituito da professionisti del SERT e assistenti sociali del Comune; la riduzione delle ore di apertura delle attività di gioco d’azzardo; incentivazioni per gli esercenti che rinunciano alle attività di gioco d’azzardo mediante l’emanazione di una tariffa agevolata sui tributi locali; la previsione di un giorno di chiusura assoluta, delle attività di gioco d’azzardo, ogni primo giorno del mese; la distanza minima di 300 metri da istituti scolastici, luoghi di culto, impianti sportivi e centri giovanili, strutture operanti in ambito sanitario o socio assistenziale, a strutture ricettive e strutture ricettive per categorie protette, giardini, parchi e spazi pubblici attrezzati, sportelli bancari, postali o bancomat. Il sindaco dovrà fissare i limiti orari per gli apparecchi. cdn/AGIMEG

Canicattì (AG): via libera a Regolamento per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico

Siena, all’odg del consiglio comunale la mozione di Raito (Cons. Lega) a contrasto del gioco d’azzardo patologico 18/12/2019 13:12

A Siena è stato convocato il Consiglio comunale. Uno dei punti all’ordine del giorno è la mozione, presentata dalla consigliera Eleonora Raito della Lega, sull’adozione di misure a contrasto del gioco d’azzardo patologico. ac/AGIMEG

Siena, all’odg del consiglio comunale la mozione di Raito (Cons. Lega) a contrasto del gioco d’azzardo patologico

Ad Aosta, una mozione per chiedere maggiori controlli sul regolare funzionamento e rispetto degli orari delle sale giochi 18/12/2019 12:28

Diverse le proposte che Rete Civica presenta alla Giunta municipale di Aosta nell’adunanza del prossimo Consiglio comunale. Tra queste anche una mozione sul gioco. “Grazie all’ordinanza del TAR che ha bloccato la revoca della licenza, in attesa dell’udienza sul ricorso che si terrà a marzo, la sala giochi di via Chambery ha velocissimamente riaperto i battenti nei giorni scorsi, anche al fine di poter sfruttare il particolare periodo dell’anno, tra festività e tredicesime. La revoca alla licenza derivava dall’applicazione della nuova Legge Regionale sul contrasto all’azzardopatia; oltre alle azioni della Regione, negli ultimi anni anche il nostro Comune si è molto speso per arrivare ad una restrizione del gioco d’azzardo, impegno che si era concretizzato con l’approvazione di un proprio regolamento. Nessuno discute gli atti del TAR ma è altresì giusto mantenere alta la guardia rispetto al fenomeno dell’azzardopatia: chiediamo pertanto di intensificare i controlli sul regolare funzionamento e rispetto degli orari della sala giochi in questione nonché su tutto il territorio comunale”. cdn/AGIMEG

Ad Aosta, una mozione per chiedere maggiori controlli sul regolare funzionamento e rispetto degli orari delle sale giochi

Ceriale (SV), Meetup M5S: “Inviata a tutti i consiglieri proposta deliberativa per la regolamentazione degli orari di gioco” 18/12/2019 11:21

La ludopatia “deve essere prevenuta con tutti gli strumenti possibili. In ottica propositiva abbiamo inviato a tutti i consiglieri una proposta deliberativa per la regolamentazione degli orari, già pronta per essere presentata. Proponiamo inoltre di aderire all’applicativo S.M.A.R.T. dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che permette un monitoraggio remoto delle attività, verificando l’osservanza sia delle distanze minime dai luoghi cd sensibili, sia il rispetto delle fasce orarie imposte”. E’ quanto ha detto a Ceriale, nella provincia di Savona, Rodolfo Sanna portavoce del meetup pentastellato. “Il problema è serio e deve essere affrontato, ma bisogna farlo in maniera che risulti efficace e funzionale alcuni comuni hanno visto i loro regolamenti impugnati, altri vanificati da regole e orari differenti nelle località limitrofe. Stiamo studiando una soluzione che possa evitare questo genere di inconvenienti”, ha aggiunto il sindaco Luigi Romano. cdn/AGIMEG

Ceriale (SV), Meetup M5S: “Inviata a tutti i consiglieri proposta deliberativa per la regolamentazione degli orari di gioco”

Siena, all’odg del consiglio comunale la mozione di Raito (Cons. Lega) a contrasto del gioco d’azzardo patologico 18/12/2019 13:12

A Siena, domani 19 dicembre, è stato convocato il Consiglio comunale. Uno dei punti all’ordine del giorno è la mozione, presentata dalla consigliera Eleonora Raito della Lega, sull’adozione di misure a contrasto del gioco d’azzardo patologico. ac/AGIMEG

Siena, all’odg del consiglio comunale la mozione di Raito (Cons. Lega) a contrasto del gioco d’azzardo patologico

Civitanova (MC), Micucci (PD): “Il nuovo regolamento comunale tutela i gestori. Non è sufficiente tenere le slot spente solo sei ore al giorno” 17/12/2019 10:54

Pronta la bozza di regolamento che include l’orario di accensione delle slot di Civitanova, in provincia di Macerata. Gli apparecchi saranno spenti dalla 4 del mattino fino alle 10. Critico il consigliere regionale del PD Francesco Micucci che ha affermato: “Decretare la chiusura delle sale slot dalle 4 alle 10 non serve a nulla, se non a tutelare i gestori. Inoltre la legge regionale limita l’orario di accensione delle slot per un massimo di 12 ore giornaliere.Ciò dimostra che la maggioranza vuole combattere il gioco d’azzardo solo a parole e non vuole aiutare davvero le persone che soffrono di ludopatia”. Il regolamento prevede, oltre ai limiti orari, anche la distanza minima di 500 metri dai cosiddetti luoghi sensibili. ac/AGIMEG

Basilicata, Perrino (M5S): “Proposta di modifica a legge regionale sul gioco, vergognosa e inaccettabile” 16/12/2019 11:09

“La proposta di modifica della L.R. n. 30/2014 è vergognosa e inaccettabile al pari delle motivazioni addotte da una parte della maggioranza per propugnarne l’approvazione”. Sono le parole di Gianni Perrino portavoce M5S Basilicata, riguardo all’ultima seduta della IV commissione. “Nel corso della seduta della commissione, non sono mancati i colpi di scena: la maggioranza ha mostrato nuovamente lo stato confusionale nel quale versano alcuni suoi esponenti. Lo stesso primo firmatario della PdL, Zullino, ha presentato alcuni emendamenti che mirerebbero ad introdurre un “distanziometro” graduato e commisurato al numero degli abitanti del comune interessati. Acito ha replicato al pannicello caldo di Zullino proponendo un emendamento soppressivo dell’intera PdL, unitamente alla proroga di ulteriori due anni al termine di adeguamento alla normativa vigente delle autorizzazioni già rilasciate. Va peraltro stigmatizzato l’atteggiamento, a dir poco scortese, del Presidente della commissione, lo stesso Zullino, che ha più volte interrotto strumentalmente Padre Gavazzeni nel corso dell’audizione”, ha aggiunto. “Lo stesso Zullino ci ha poi accusato di andare contro alle politiche messe in campo dagli esponenti del M5S. Tutto questo nelle ore in cui la commissione Bilancio del Senato ha approvato l’emendamento alla manovra che riduce il numero di slot machines precedentemente previste, videolotterie e sale da gioco che verranno messe a gare dal governo alla scadenza delle concessioni”, continua. “Probabilmente Zullino dovrebbe ripassare il significato del termine “coerenza” visto che anche il suo “capitano” ha sempre tuonato contro il proliferare delle “macchine mangiasoldi”. Per carità, tutti possono cambiare idea. Evidentemente nell’idea di cambiamento della maggioranza Bardi si contempla anche questo tipo di giravolte. Da parte nostra manterremo sempre la stessa linea sulla questione“, ha concluso. cdn/AGIMEG

Basilicata, Perrino (M5S): “Proposta di modifica a legge regionale sul gioco, vergognosa e inaccettabile”

lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here