Bedendo (resp. Vlt Sisal): “Con Next proseguiamo sulla via dell’innovazione e della differenziazione. Il nostro settore Vlt cresciuto di quattro volte il mercato ed abbiamo conquistato una quota del 10%”

Sisal ha presentato ieri il nuovo sistema di gioco Vlt NEXT: “il lancio di Next è l’epilogo di un percorso iniziato due anni fa e che ci ha visto intraprendere con decisione la strada della differenziazione del prodotto, con l’obiettivo di offrire sempre alla propria clientela la migliore offerta di intrattenimento”, ha dichiarato Marco Bedendo, responsabile business vlt Sisal. “L’innovazione è infatti uno dei motori principali della nostra offerta e nella nostra voglia di differenziazione abbiamo puntato sul brand e giochi in esclusiva. La nascita di Next è stata voluta per avere una piattaforma aperta, flessibile e che potesse integrare contenuti di gioco di diversi fornitori. Abbiamo esaminato prodotti di oltre 70 aziende ed alla fine abbiamo scelto come partner Astro. Il nome Next nasce per indicare che si tratta del prossimo passo del gioco in Italia ed è una piattaforma che abbiamo testato su alcune sale ottenendo eccellenti riscontri”.
Un mese fa lei ha festeggiato dieci anni di attività in Sisal. E’ possibile fare un bilancio di questi primi dieci anni e dei prossimi?
“Quando sono entrato in Sisal, nei primi 3 anni, ho vissuto la start-up della business unit. E’ stata un’esperienza molto imprenditoriale. Creare da zero un’azienda su un prodotto che nessuno conosceva e proporlo al mercato italiano è stata una scelta impegnativa ma i risultati ottenuti ci hanno ripagato di tutti gli sforzi. I prossimi 10 anni me li aspetto un po’ come gli ultimi due. Sicuramente è un mercato maturo e quindi alla ricerca continua di qualcosa che porti novità in tema di prodotto. Dovremmo tutti impegnarci ad offrire qualcosa di nuovo sia come gioco sia come cabinet. Noi stiamo intraprendendo un percorso internazionale dove non ci sarà solo la penetrazione in nuovi mercati, ma probabilmente ci andremo anche con nuovi prodotti”.
A marzo in un’intervista che ci ha rilasciato, evidenziava come il segmento Sisal da lei diretto avesse fatto registrare una crescita superiore a tre volte quella del mercato. Questo trend è proseguito?
“Ora come trend siamo ad una crescita quattro volte superiore a quella del mercato e abbiamo raggiunto il 10% di quota di mercato. C’è da dire che abbiamo un network molto incentrato sul betting e questo fa segnare una curva discendente nei mesi in cui gli eventi sportivi sono minori, ma riusciamo a compensare molto bene negli altri mesi”.
Le aziende non sono frenate dai vari distaziometri, orari e tutte le diverse leggi regionali che nascono praticamente ogni giorno?
“Viviamo un mercato molto regolamentato e molto restrittivo, questo lo sappiamo ma l’entusiasmo, la voglia di fare, di non essere fatalisti rispetto a quello che accade credo sia anche quello che sta permettendo alle videolottery Sisal di crescere quattro volte rispetto al mercato. Probabilmente se fossi molto più attendista e fatalista non avrei questi ritmi di crescita e mi annoierei molto di più. Credo che in un mercato ricco ci sono opportunità per tutti, in un mercato difficile, per chi ha voglia di fare, ci sono molte più opportunità. Bisogna darsi più da fare e cercare di inventarsi sempre qualcosa di nuovo. Un mercato come oggi, che è difficile ma se hai idee e voglia di fare, alla fine premia ed i risultati arrivano”. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here