Tassa sulla fortuna e gara per concessioni slot e vlt: la Legge di Bilancio torna di nuovo sui giochi

Come anticipato da Agimeg, nella bozza della Legge di Bilancio torna la Tassa sulla fortuna. Per le vincite oltre i 500 euro si passerà dall’attuale 12% di prelievo al 15%. La tassazione non riguarderà tutti i giochi, ma solo Vlt, Gratta e Vinci, SuperEnalotto, Lotterie nazionali e WinForLife. Già nel Decreto Fiscale si era ipotizzato l’aumento della Tassa sulla fortuna, inserendo un sistema a scaglioni. L’ipotesi però era stata sostituita dall’aumento del Preu su slot e vlt. Ed a proposito del settore degli apparecchi da intrattenimento, in vista della scadenza delle concessioni nel 2022, il Governo ha deciso di inserire nella Legge di Bilancio anche la gara. Saranno 250mila i diritti per le Awp e 58mila per le Vlt. Per quanto riguarda i punti vendita dove collocare le slot, ne saranno messi a gara 35mila presso bar e tabacchi, con base d’asta non inferiore a 11mila euro per ogni punto vendita ed offerta minima di 100 diritti, 2.800 sale giochi, con base d’asta di 30mila euro ed offerta minima di 100 diritti e 50 diritti per poter offrire gioco a distanza, con base d’asta di 2 milioni di euro per ogni diritto. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here