Il Sole24 Ore, Allarme imprese, Pucci (Astro): “A metà giugno i nostri dipendenti non potranno più usufruire degli ammortizzatori sociali per scelte discriminatorie della politica”

Le 9 settimane di cassa integrazione, comprensive delle ulteriori 5 settimane di proroga del Dl Rilancio, previste per i lavoratori dei settori chiusi, a causa del lockdown, da inizio marzo scadranno a metà giugno. E tra questi settori c’è anche quello del gioco legale. “La deroga al termine del 1 settembre contenuta nel Dl Rilancio per l’utilizzo delle ulteriori 4 settimane di Cig – ha spiegato Marina Lalli, presidente designata di Federturismo-Confindustria al Sole24 Ore – non riguarda tutti i settori”. E tra questi c’è anche quello del gioco, settore ancora chiuso. “A metà giugno i nostri dipendenti non potranno più usufruire degli ammortizzatori sociali, nonostante la perdurante chiusura delle nostre aziende, a causa di scelte discriminatorie della politica”, ha denunciato Massimiliano Pucci, presidente di Astro. Per le imprese che stanno per terminare la Cig dovuta all’emergenza, e non hanno ancora prospettiva di riapertura e non potranno licenziare i lavoratori, si profilala chiusura delle attività. es/AGIMEG

1 COMMENTO

  1. Avevo appena aperto dopo 4 mesi di lavori per mettere in piedi un’agenzia scommesse, pago un affitto di un locale che ad oggi non mi ha dato un euro di entrata economica, perché appena ho avuto il permesso di aprire da parte della questura, il covid mi ha fatto chiudere. Se a giugno non si riuscirà ad aprire… dovrò chiudere tutto perché non ho più modo di pagare affitto e spese relative. Basta con questo stillicidio, mettetevi una mano sulla coscienza e dateci modo di lavorare

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here