Giochi, Arru (ass. Sanità Sardegna): “Presto una delibera su interventi a contrasto Gap”

In Sardegna, proseguono i lavori del Consiglio regionale per l’esame della Legge di stabilità 2017 che detta le disposizioni in materia di sanità e politiche sociali. L’Assemblea si è occupata, ieri, anche del gioco d’azzardo patologico, discutendo l’emendamento del consigliere Francesco Agus (Campo progressista) il quale ha ricordato che “la Sardegna è fra le poche Regioni che non hanno legiferato, una vergogna per i Sardi nell’auspicio che vengano calendarizzate al più presto le proposte di legge già presentate e stanziate risorse adeguate”. L’assessore della Sanità Luigi Arru ha ribadito l’impegno della Giunta nel riordino delle patologie da dipendenza, annunciando a breve una delibera con le risorse adeguate all’attuazione di interventi per la tutela delle persone. “Posso garantire l’impegno della Giunta nel riordino del sistema della tutela delle patologie da gioco; è in corso un’attività, per via breve faremo una delibera che va al di là come impegno della somma che lei richiede, per dare una tutela alle persone che hanno disturbi e soffrono di ludopatie”, questa la rassicurazione di Luigi Arru. Il consigliere del Pd Salvatore Demontis ha chiesto di aggiungere la sua firma, condividendo le riflessioni del collega Francesco Agus ed auspicando una legge regionale “su un fenomeno quanto mai attuale, anche perché la normativa nazionale non prevede misure come distanze minime fra esercizi abilitati all’utilizzo delle slot ed orari di apertura delle sale”. Anche il consigliere di Forza Italia Giuseppe Fasolino ha aderito alla proposta. L’emendamento è stato poi ritirato dal consigliere Agus dopo le assicurazioni sulla disponibilità di risorse ma il vice capogruppo di Fi Marco Tedde lo ha fatto proprio, chiedendo di metterlo ai voti. In sede di scrutinio, la proposta è stata poi respinta. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here