Dolcino (ass. Novi Ligure): “Al lavoro su rispetto delle distanze dai luoghi sensibili e dei limiti orari per gli apparecchi da gioco previsti dalla legge regionale”

Giro di vite sul gioco d’azzardo a Novi Ligure, nella provincia di Alessandria. Una delle priorità della Giunta guidata dal sindaco leghista Gian Paolo Cabella, è infatti il contrasto alle slot illegali. “Abbiamo studiato diverse mosse per contrastare il gioco d’azzardo. Ci stiamo occupando di gioco d’azzardo insieme al Comando della polizia municipale”, ha detto l’assessore al Commercio, Giuseppe Dolcino. “Facciamo quello che hanno già adottato molte amministrazioni comunali, formando il nostro personale”, ha aggiunto riguardo ad un corso di aggiornamento professionale per alcuni agenti di polizia locale sul contrasto alla ludopatia. “Ma il contrasto al gioco d’azzardo soprattutto quello patologico, avverrà in collaborazione con il Sert, il servizio dell’Asl che si occupa di contrastare tutte le dipendenze e con altre forze di polizia, per esempio la Guardia di Finanza, per quanto concerne i controlli sulla regolarità delle macchinette “mangiasoldi”. Comunque partiremo presto con il rispetto delle distanze dalle scuole e degli orari di chiusura e apertura di questi esercizi, in ottemperanza alla legge regionale che spesso non viene considerata”, ha concluso. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here