La Stampa: Claudio Durigon (Lega) si dimette da sottosegretario

“Ho deciso di dimettermi dal mio incarico di governo che ho sempre svolto con massimo impegno, orgoglio e serietà». Lo ha annunciato il sottosegretario all’Economia, Claudio Durigon (Lega) in una lunga lettera diffusa dal suo partito.

Una decisione presa, come riporta la Stampa sottolineando che comunque sarà decisivo l’incontro con Matteo Salvini: “per uscire da una polemica che sta portando a calpestare tutti i valori in cui credo, a svilire e denigrare la mia memoria affettiva, a snaturare il ricordo di ciò che fecero i miei familiari proprio secondo quello spirito di comunità di cui oggi si avverte un rinnovato bisogno. Un processo di comunicazione si valuta non in base alle intenzioni di chi comunica, ma al risultato ottenuto su chi riceve il messaggio: è chiaro che, nella mia proposta toponomastica sul parco comunale di Latina, pur in assoluta buona fede, ho commesso degli errori. Di questo mi dispiaccio e, pronto a pagarne il prezzo, soprattutto mi scuso. Mi dispiace che mi sia stata attribuita un’identità “fascista”, nella quale non mi riconosco in alcun modo. Non sono, e non sono mai stato, fascista. E, più in generale, sono e sarò sempre contro ogni dittatura e ogni ideologia totalitaria, di destra o di sinistra: sono cresciuto in una famiglia che aveva come bussola i valori cristiani”. Ricordiamo che Durigon ha anche la delega per quanto riguarda il gioco pubblico. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here