Poker, Wsop Las Vegas: Pescatori cerca riscatto nel Little One for One Drop

E’ iniziato anche l’ultimo evento delle World Series of poker di Las Vegas 2016. Si tratta dell’evento#69 il “$1000 +111 Little One for One Drop No-Limit Hold’em” il cui day 1A ha visto la partecipazione di 754 players. In 120 hanno raggiunto il day 2 e dopo dieci livelli di gioco ci sono ben quattro azzurri qualificati. Giacomo Fundarò, Giuliano Bendinelli, Max Pescatori, player di Lottomatica, e Gianluca Speranza, sono il quartetto che si mette in luce.
Il migliore di tutti è Giacomo Fundarò, il quale imbusta nella top 20 con con 99.300 chips. Bene anche Giuliano Bendinelli. Il pro ligure imbusta 67.700 fiches e precede di non molto Max Pescatori. Il Pirata vuole a tutti costi cancellare l’ennesima delusione del main event e stacca il pass per la seconda giornata con 61.100 unità. Infine stack di tutto rispetto anche per Gianluca Speranza, che ritroveremo a quota 50.000 pezzi.
In 120 hanno completato il giro di boa dal day 1A e al comando della truppa c’è Yaron Zeev Malki. Il player israeliano riparte con 278.900 unità. Un notevole vantaggio, visto che Barry Hutter lo insegue a quota 189.900. Sul gradino più basso del podio virtuale, c’è il runner up del Colossus 2016. Jiri Horak completa il taglio del nastro con 183.700 chips.
Fra i qualificati alla seconda giornata – riporta Assopoker – spuntano anche i nomi di Patrick Chan (109.700), Carl Martel (102.700), Michael Gragg (73.200), Ignacio Sanchez (61.800), Kelly Slay (57.200), John Racener (52.600) e David Bach (46.700). lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here