Santorsola (LeU): “Le modifiche alla legge sul contrasto al Gap in Puglia hanno tenuto conto delle richieste dei gestori delle slot”

“Non ho alcuna intenzione di sciorinare numeri e fatti che tutti conosciamo e che ci hanno dato una reale dimensione del problema. Ritengo, però, necessario che in assenza di una normativa nazionale il Consiglio regionale metta in campo misure per il contrasto al gioco d’azzardo patologico. Lo ha fatto con la legge 43 del 2013 la cui attuazione è stata rinviata sulla base di oggettive difficoltà, del malcontento generato tra i gestori e del rischio di perdita di occupazione da parte di migliaia di addetti al lavoro”.
Lo ha dichiarato il consigliere regionale della Puglia Domenico Santorsola (LeU), commentando il via libera della Commissione sanità della Regione Puglia alle modifiche alla legge sul contrasto del Gap.
“Con questa proposta di modifica della legge 43 e con gli emendamenti che tengono conto degli atti della conferenza unificata, delle richieste dei gestori e della necessità di non ‘ghettizzare’ il gioco d’azzardo, potremmo – ha detto – provare a potenziare le misure di contrasto alla patologia, a dare dignità ai giocatori non patologici, a tutelare i legittimi interessi dei gestori andando, comunque, nella direzione di ridurre in maniera consistente l’offerta di gioco sul territorio pugliese”.lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here