Operazione Carabinieri Salerno: “Puntate indirizzate a piattaforme illegali con sede all’estero gestite da organizzazioni criminali”. Il VIDEO

“L’operazione condotta ha permesso di verificare come, attraverso giochi online molto simili a quelli ufficiali, in realtà i giocatori, spesso ignari, venivano indirizzati su piattaforme illegali con sede all’estero gestite da organizzazioni criminali, che in questo modo riciclavano il denaro a favore del clan dei Casalesi”. E’ quanto ha dichiarato ad Agimeg il tenente dei Carabinieri del comando di Salerno, Giancarlo Santagata, che ha condotto l‘operazione che ha portato all’arresto di 33 persone indagate per diversi reati tra cui associazione a delinquere di tipo mafioso e riciclaggio attraverso giochi e scommesse illegali.

In due anni il sodalizio criminale – le misure cautelari hanno interessato diversi soggetti nelle province di Salerno, Napoli, Roma, Potenza, Ravenna ed in diversi stati esteri, in particolare Panama, Romania e Malta – avrebbe incassato 5 miliardi di euro, secondo gli inquirenti della Procura di Salerno (guidata dal procuratore Giuseppe Borrelli).
Contestualmente agli arresti sono stati messi sotto sequestro preventivo, su richiesta dell’autorità giudiziaria, anche undici siti web e due società, oltre a tre milioni di euro, ritenuti proventi delle attività illecite.

cr/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here