Mor Weizer (chief executive Playtech) “Sempre pronti per nuove opportunità di joint venture sui mercati regolamentati”

“Date le risorse ed il flusso di cassa della nostra società il management rimane molto focalizzato nell’assicurare sia giuste opportunità capaci di trasformare sostanzialmente il nostro business,  sia ulteriori acquisizioni “specializzate” e a completamento della nostra offerta – ha dichiarato Mor Weizer, chief executive di Playtech -. Inoltre continuiamo a cercare buone opportunità di joint venture nei mercati regolamentati. Playtech opera in un settore dinamico e crede fortemente che oltre alla crescita organica, genererà ulteriore  valore per gli azionisti attraverso acquisizioni”. In merito ai mercati regolamentati ed in particolare all’Italia, Weizer ha dichiarato che: “Playtech è impegnata a lavorare a stretto contatto con le autorità di regolamentazione. A questo proposito va menzionato che la Società da tempo si è offerta di cooperare con il regolatore italiano, nello sviluppo di un programma congiunto per la gestione degli operatori privi di licenza locale. Nell’ambito delle sue possibilità di influenza la società sta operando per indirizzare questi operatori, o ad ottenere una licenza e migrare i propri giocatori, o a ritirarsi dal mercato italiano. L’impegno di Playtech in tal senso potrà avere un impatto sulle entrate a breve termine. Ma Playtech sta compiendo buoni progressi in Italia, avendo consolidato la sua relazione come principale fornitore di primari operatori, tra cui SNAI, Sisal e Eurobet, avendo aggiunto nuovi operatori nel corso dell’anno ed è attiva la discussione nei confronti di ulteriori significative opportunità. Il management continua a credere che l’impegno di Playtech nei mercati regolamentati e la sua comprovata esperienza, le posizioni come la scelta naturale per gli operatori che volessero entrare in questi mercati. L’evoluzione attesa nelle normative di varie giurisdizioni crea quindi ancora sostanziali opportunità per la società”. lp/AGIMEG