Giochi, presentata la prima piattaforma di betting exchange per eSports al Sigma di Malta

Ha vinto quello che era forse il più giovane dei concorrenti allo Startup pitch di SiGMA: Yury Kolesnik, russo di San Pietroburgo, con la sua pvp.me si è aggiudicato il premio dopo una selezione partita da 100 aziende start up selezionate dall’organizzazione del SiGMA, Malta iGaming summit, che si è concluso oggi. Con la sua Pvp, che ha fondato insieme a dei soci tre anni fa, ha presentato la prima piattaforma di betting exchange per eSports (le scommesse sui campionati di videogiochi). Sulla piattaforma, è possibile trovare tutte le informazioni su un gran numero di eventi di eSport di tutto il mondo. “Ogni giocatore può anche diventare uno scommettitore” ha detto spiegando il suo progetto, già operativo. Sul sito di PVM (https://pvp.me) si trovano anche i tradizionali giochi da casinò, come la roulette o i dadi. Kolesnik, poco più che ventenne ma con aspetto adolescenziale, ha presentato il suo progetto, insieme agli altri nove finalisti, davanti a una giuria fatta di autentici finanziatori. Lo scopo dello Startup pitch, infatti, è di assegnare alla start up vincente il finanziamento necessario a realizzare e lanciare il progetto. La giuria ha valutato gli eSport un settore destinato a creare profitti e incrementare il business delle scommesse. D’altra parte, molti dei finalisti erano collegati a questo fenomeno: SnapBet, che assicura di poter prevedere quello che può succedere nel minuto successivo durante un match sportivo o di eSport; BeatMe, che consente di fare scommesse all’interno di una community e pagare direttamente chi vince; Bobmog.gg, che offre una piattaforma per trasmettere eventi di eSport ed effettuare scommesse collegate; GamePro consente agli stessi giocatori di videogame di organizzare incontri a distanza scommettendo gli uni contro gli altri. Tra le altre proposte, ha suscitato curiosità quella di Greenzorro, che funziona come un normale operatore di gambling ma utilizza le vincite dei propri giocatori per investire nella stessa società e trasformare i propri clienti in soci. Altro settore sul quale  hanno puntato le startup in concorso a Malta è quello dei pagamenti e della protezione dati. gpm/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here