Ippica, Francia: settore in ripresa nonostante stop Covid-19, da giugno scommesse in crescita

Nonostante lo stop forzato causato dall’epidemia coronavirus, in Francia c’è ottimismo sulla ripresa del settore delle corse ippiche e degli incassi legati alle scommesse. Dallo scorso mese di giugno, infatti, i numeri sono in crescita, come evidenziato da France Galop, l’organo di governo del settore ippico nonché comproprietario dell’operatore di scommesse ippiche Pari-Mutuel Urbain (PMU). Nei primi sette mesi dell’anno le puntate sono diminuite complessivamente di quasi 1 miliardo di euro, con un calo del 22% sul 2019 (le corse sono state sospese da metà marzo a metà maggio), ma da giugno si è registrato un trend in crescita che lascia ben sperare per l’andamento dell’anno 2020. Nelle stime si prevede un aumentato dell’utile netto previsto a 640 milioni di euro. Sebbene questo dato sia 120 milioni di euro in meno rispetto alle previsioni pre-pandemia, rappresenta un miglioramento di 182 milioni di euro rispetto alle proiezioni dello scorso mese di aprile. Cauto ottimismo, dunque, sebbene France Galop abbia sottolineato come “le previsioni di entrate rimangono molto incerte finché il virus circola attivamente, il che ci spinge ad essere cauti”. cr/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here