Adm: le manifestazioni di interesse per posti dirigenziali di seconda fascia dovranno essere presentate entro il 29 marzo

Pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli l’avviso per la raccolta di manifestazioni di interesse per diversi posti dirigenziali di seconda fascia. “Ritenuto di dover avviare l’iter procedurale per 104 nuove posizioni dirigenziali di seconda fascia, centrali e territoriali, previste nell’ambito del modello organizzativo transitorio da attivare a breve, così come per 75 posizioni dirigenziali di seconda fascia corrispondenti a strutture territoriali operative (Uffici delle dogane e Uffici dei monopoli) condotte ad interim ovvero i cui incarichi risultano in scadenza entro il 30 giugno 2019; considerato che l’attuale carenza di dirigenti di seconda fascia suggerisce di prendere in considerazione anche la possibilità di conferire alcuni incarichi dirigenziali di seconda fascia, preservando i posti di funzione dirigenziale già resi indisponibili per azioni di reclutamento avviate e da avviare tramite concorso”; l’Adm rende noto che “presso questa Agenzia saranno a breve vacanti e disponibili i posti dirigenziali di seconda fascia di cui all’unito elenco, che costituisce parte integrante del presente avviso. Le disponibilità del personale di qualifica dirigenziale non generale appartenenti al ruolo di questa Agenzia dovranno essere presentate entro le ore 12.00 del 29 marzo 2019. Le manifestazioni di disponibilità, validamente sottoscritte e corredate di curriculum vitae in formato europeo nonché di copia di un valido documento di identità, dovranno essere prodotte secondo lo schema allegato e dovranno essere recapitate alla Direzione centrale personale, Ufficio gestione dirigenti, Via Mario Carucci, 71, 00143 Roma, a mano o tramite posta elettronica, all’indirizzo dogane.personale.gestionedirigenti@adm.gov.it. Tenuto conto delle difficoltà operative e gestionali collegate alla elevata carenza di personale di qualifica dirigenziale, l’Agenzia si riserva di valutare, nel rispetto di quanto disposto dall’articolo 19, comma 1, del d.lgs. n.165/2001, l’assegnazione dei dirigenti anche a strutture diverse da quelle per le quali i medesimi abbiano prodotto la propria disponibilità al fine di garantire la piena operatività delle proprie strutture. Potranno poi essere prese in considerazione anche le manifestazioni di disponibilità presentate ai sensi dell’articolo 19, commi 5 bis e 6, del D. Lgs. n. 165/2001 da soggetti non appartenenti al ruolo dirigenziale di questa Agenzia. Tali ultime manifestazioni di disponibilità dovranno essere prodotte nel termine e con le modalità sopra descritte utilizzando lo schema allegato. Tutte le manifestazioni di disponibilità prodotte, sia da dirigenti dell’Agenzia sia da soggetti non appartenenti al ruolo dirigenziale della medesima, dovranno essere corredate dell’informativa ai sensi dell’art. 13 GDPR debitamente compilata e sottoscritta. La mancata compilazione e sottoscrizione della scheda di informativa allegata equivale a mancata prestazione del consenso al trattamento dei dati nei termini previsti per la presentazione delle manifestazioni di disponibilità e comporterà l’impossibilità di procedere alla valutazione delle stesse. La valutazione delle manifestazioni di disponibilità terrà conto delle attività già accudite dai dirigenti interessati, ai fini della corretta applicazione dell’articolo 6 della determinazione direttoriale n. 9632 del 6 febbraio 2019: “Rotazione relativa alle posizioni dirigenziali di prima e di seconda fascia”. La valutazione delle manifestazioni di disponibilità potrà comprendere un colloquio ove, a seguito di disamina delle istanze e dei curriculum vitae presentati, risultino di interesse più professionalità o sia ritenuta utile una verifica delle attitudini, delle esperienze e delle capacità professionali”. cdn/AGIMEG