eSports: ufficiale partecipazione ai Giochi Asiatici 2018. Dal 2022 non più disciplina dimostrativa, ma ufficiale

Gli eSports saranno disciplina dimostrativa solo per il 2018, in quanto, già dai prossimi del 2022 a Hangzhou, in Cina, saranno a tutti gli effetti inseriti nel medagliere ufficiale. Ma che avrebbero partecipato ai prossimi Giochi asiatici, era già stato annunciato dal’ Olympic Council of Asia (OCA) nel 2017. Oggi è ufficiale, e i titoli che faranno parte delle discipline dimostrative sono: League of Legends, Hearthstone, Starcraft II, Pro Evolution Soccer, Clash Royale e Arena of Valor. Valore aggiunto per Starcraft: a febbraio la tappa del circuito mondiale dell’Intel Extreme Masters è stata inserita tra gli eventi collaterali ufficiali dei Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang, in Corea del Sud, patria degli eSports moderni. Preferito, dal Comitato Olimpico, PES (per questioni geografiche), prodotto dalla Konami giapponese, rispetto all’americana Electronic Arts di FIFA. La trasversalità geografica di League of Legends, seguito da occidente e oriente, Nord America e Giappone, Oceania ed Europa, America Latina e Cina, fino alla Corea del Sud e al Vietnam, ha spinto il Comitato ad inserirlo nei giochi. Clash Royale e Arena of Valor, Honor of Kings nella sua versione cinese, sono stati selezionati grazie alla continua ascesa del mercato mobile: il 40% dei video giocatori, utilizzano un dispositivo mobile per giocare. Inoltre, ai Giochi Asiatici non sono ammessi videogame violenti e sanguinosi. lp/AGIMEG