Antiriciclaggio, Ferracci (Resp. Aml Sepah Bank): “In base ad approccio risk based, provvedimento prevede misure semplificate e obblighi rafforzati di adeguata verifica”

dalla nostra inviata – “In base all’approccio “risk based”, il provvedimento emanato da Bankitalia il 30 luglio prevede da un lato misure semplificate di adeguata verifica, dall’altro obblighi rafforzati di adeguata verifica, da utilizzare in caso di rischio alto, che si esplica con l’acquisizione di maggiori informazioni sul cliente e sul titolare effettivo, una valutazione più accurata della natura e dello scopo del rapporto. L’adeguata verifica rafforzata è applicata anche alle persone politicamente esposte (PEP), considerate a più alto rischio di riciclaggio in quanto maggiormente esposte a potenziali fenomeni di corruzione”. E’ quanto ha detto Massimo Ferracci, Responsabile Aml di Sepah Bank, in occasione della tavola rotonda che si sta tenendo a Roma, nell’ambito dell’inaugurazione dell’Anno accademico 2019-2020 della “European School of banking management”. Ferracci ha sottolineato che tra gli ambiti di maggior rischio nel settore giochi, vi è l’attività dei centri scommesse esteri privi di concessione e delle bische clandestine. In base all’approccio risk based il provvedimento prevede da un lato misure semplificate di adeguata verifica, dall’altro obblighi rafforzati di adeguata verifica. I primi possono essere applicati in caso di rischio basso e prevedono una minore frequenza dell’aggiornamento dei dati e minori vincoli in ordine alle informazioni da raccogliere e alla profondità delle analisi. In caso di rischio alto è invece prevista un’adeguata verifica rafforzata che si esplica con l’acquisizione di maggiori informazioni sul cliente e sul titolare effettivo, una valutazione più accurata della natura e dello scopo del rapporto, maggiore frequenza delle verifiche e profondità delle analisi effettuate. L’adeguata verifica rafforzata è applicata anche alle persone politicamente esposte, considerate a più alto rischio di riciclaggio in quanto maggiormente esposte a potenziali fenomeni di corruzione. In sede di adeguata verifica il compiuto approfondimento di tutti i profili soggettivi e oggettivi afferenti la prestazione, l’operazione e il rapporto di affari, richiede un processo iterativo a due stadi. es/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here