Francia, primo Sì alla tassazione sul margine. Ma le aliquote vanno dal 19,9% delle scommesse ippiche al 36,7% del poker

La Francia si prepara a passare dalla tassazione sul margine per il gioco online. Il Senato ha approvato in prima lettura la legge di bilancio, in cui è stato inserito un emendamento che prescrive di abbandonare il vecchio sistema della tassazione sulla raccolta, le aliquote vengono adesso fissate al 19,9% per le scommesse ippiche, al 33,8% per le scommesse sportive, e al 36,7% per il poker online. Rideterminati sulla base del margine anche i versamenti previdenziali che dovranno pagare gli operatori dei giochi, per le scommesse ippiche l’aliquota viene fissata al 6,8%, per le scommesse sportive al 10,7%, per il poker al 4,1% Le scommesse sportive dovranno inoltre versare una tassa del 10,7% (sempre sul margine) per finanziare il Dipartimento Nazionale per lo Sviluppo dello Sport. Tutto questo porta il prelievo delle scommesse ippiche al 37,7% del margine, del poker al 40,8% e al 55,2% per le scommesse sportive online. Nel caso della tassazione sulla raccolta, le aliquote erano fissate al 13,2% per le scommesse ippiche online, al 9,3% per quelle sportive a al 2% per il poker. I versamenti previdenziali erano all’1,8% sia per le scommesse ippiche che per quelle sportive, e allo 0,2% per il poker. La legge di Bilancio passa adesso all’Assemblea Nazionale in seconda lettura. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here