Europol sgomina organizzazione criminale transnazionale operativa tra Portogallo e Lussemburgo, arrestate 30 persone per gioco illegale

L’Unità d’azione fiscale della Guardia nazionale repubblicana portoghese, insieme al comando territoriale di Setúbal e con il sostegno di altri comandi territoriali del Portogallo, del Lussemburgo e con il supporto di Europol, ha effettuato con successo l’operazione Shadow Game che ha portato all’arresto di 30 persone per gioco d’azzardo illegale. Dopo un’inchiesta di 15 mesi, coordinata da Eurojust ed Europol, le forze di polizia hanno effettuato 267 perquisizioni domiciliari in Portogallo e 8 perquisizioni domiciliari in Lussemburgo: 30 persone arrestate e 576.000 euro sequestrati in contanti insieme a circa 3.000 dispositivi informatici utilizzati per il gioco d’azzardo illegale. Sono state incriminate anche quattordici società commerciali e 93 persone provenienti da Portogallo, Lussemburgo, Brasile e Svizzera. L’indagine ha rivelato un’organizzazione criminale transnazionale strutturata e gerarchica che opera tra Belgio, Lussemburgo, Portogallo e Svizzera. L’organizzazione criminale era attiva nel campo dei server e dei software per lo sviluppo di giochi di fortuna, lotterie e scommesse sportive. L’ammontare totale dei profitti criminali ottenuti in Portogallo e in Lussemburgo è attualmente stimato a 80 milioni di euro. cr/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here