Australia, introdotta tassa sul punto di consumo del 15% per gli operatori online

L’Australian Capital Territory (ACT), il territorio della capitale australiana, ha deciso di introdurre una tassa sul punto di consumo del 15% per tutti gli operatori del gambling, che verrà applicata ai ricavi netti sulle scommesse effettuate nel territorio dello stato federale di Canberra. Lo stato federale del South Australia aveva già introdotto una tassa del 15% sulle scommesse ippiche, su quelle sportive e su altre tipologie di puntate, e questa mossa potrebbe portare all’ACT fino a 2 milioni di dollari australiani l’anno (circa 1,3 milioni di euro). Anche gli Stati del Queensland e del Western Australia potrebbero introdurre una tassa del 15%, mentre lo Stato del Victoria ha annunciato che per i siti di scommesse online potrebbe arrivare una nuova tassa dell’8%. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here