PCL, Capitano Italian Bandits ad Agimeg: “Anche nelle sconfitte rimaniamo uniti e sereni, è questo il segreto! Il nostro obiettivo è conquistare la Serie A”

“Il nostro team è nato nell’ottobre di quest’anno: a mettere su la squadra siamo stati in due: io, insieme ad un mio amico. Pian piano abbiamo dato vita alla squadra puntando a selezionare persone vere e sincere che ci hanno da subito fatto una buona impressione, così da formare un squadra di “amici”. Come team, infatti, siamo molto uniti, soprattutto perché siamo insieme dal primo momento. Si è creata una grande alchimia tra noi players del team, tanto da frequentarci anche al di fuori dal contesto Pro Club”. Così racconta ad Agimeg, Enrico, Capitano del team Italian Bandits, che quest’anno ha intrapreso l’avventura in PCL e parlando, appunto, del campionato, “non è andato benissimo – afferma il capitano – perché nel nostro girone c’erano squadre molto importanti e forti, con molta più esperienza di noi. Purtroppo abbiamo vinto solamente un match su 5, ma per fortuna non c’è mai stata una sfida persa in maniera netta, abbiamo sempre lottato e tutti gli altri team, considerando la nostra inesperienza, ci hanno fatto spesso complimenti. E’ tutto un “working progress”. Ci siamo già qualificati in Serie B, mentre per l’anno prossimo proveremo a dare sempre di più. Le sfide le affrontiamo spesso con l’armonia: prendendo in maniera positiva anche le sconfitte e rimanendo comunque uniti e sereni, è questo il segreto!. Sento che possiamo senza dubbio arrivare allo stesso livello delle altre squadre e se giochiamo bene possiamo battere chiunque: Il problema è che ancora non abbiamo interiorizzato un certo gioco quindi non siamo continui nelle prestazioni. Dobbiamo conquistare l’equilibrio e la costanza nel gioco. Questo ci permetterà di vincere ed andare lontano!”. Parlando dei loro obiettivi nel campionato PCL “ora come ora l’obiettivo principale è la promozione nella Serie A. Siamo molto competitivi e ci riusciremo”. mo/AGIMEG