Tar Emilia Romagna: accolto ricorso di una sala vlt contro mappatura luoghi sensibili. La sala per ora rimarrà aperta

Il Tar Emilia Romagna ha accolto l’istanza cautelare, e fissato al 27 maggio 2020 l’udienza pubblica di discussione, presentata dall’Acquario S.r.l. contro l’Unione della Romagna Faentina per l’annullamento del provvedimento che determina il divieto di prosecuzione dell’attività di sala scommesse della ricorrente sita a Faenza con conseguente chiusura al pubblico dell’attività stessa a decorrere dal 1 febbraio 2020 e del Regolamento sul gioco d’azzardo nella parte in cui inserisce nell’elenco dei luoghi sensibili anche “parchi e giardini” e “parchi pubblici che siano intestati e che abbiano attrezzature per il tempo libero”. “Ritenuto, ad un primo, sommario esame della causa, che il ricorso contenga elementi in base ai quali si rende opportuno, ai fini di una migliore tutela di entrambe le parti in causa, una celere fissazione dell’udienza pubblica di discussione della controversia nel merito”, il Tar dell’Emilia Romagna ha accolto “l’istanza cautelare presentata dalla ricorrente ai limitati fini di cui in motivazione” e fissato “al 27 maggio 2020 l’udienza pubblica di discussione della causa nel merito”. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here