Distanze, Tar Roma: “Un asilo privato non è un luogo sensibile, Comune di Ardea rivaluti la chiusura di una sala”

La Questura di Roma e il Comune di Ardea dovranno valutare se effettivamente un asilo nido privato possa essere considerato un luogo sensibile, e ricalcolare la distanza che separa una sala da gioco dalla struttura. E’ quanto dispone il Tar Lazio in un’ordinanza in cui accoglie la richiesta di sospensiva avanzata dalla sala da gioco, “ai fini del riesame, da parte dell’Amministrazione, dell’istanza del ricorrente”. La Prima Sezione  Ter spiega infatti che appaiono fondate le censure su “la carenza istruttoria e motivazionale in ordine sia alle esigenze sottese al rispetto della distanza minima da obiettivo sensibile che alla effettiva qualificazione come tale, nel caso di specie, dell’asilo privato”. L’udienza di merito si terrà il 13 ottobre prossimo. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here