Giochi: Cirsa chiude il primo trimestre 2015 con entrate per 383 milioni, attività in Italia in crescita del 2%

Primo trimestre in crescita per Cirsa, che ha registrato un incremento del 21% delle entrate operative nette a € 383,1 milioni di euro nel periodo gennaio-marzo, a seguito di una forte performance della sua divisione casinò e grazie al miglioramento dei risultati ottenuto sul mercato spagnolo. I ricavi operativi netti dei Casinò sono saliti del 29 per cento a € 178.7 milioni, ma al risultato positivo ha contribuito sia l’impatto delle recenti acquisizioni in Perù che i tassi di cambio particolarmente favorevoli. Alla fine del primo trimestre 2015, l’operatore aveva in funzione 129 casinò, molti dei quali in Colombia e Panama, con un parco macchine di 24.704 slot machine e 605 tavoli da gioco. Nel mese di febbraio, CIRSA ha acquisito sette casinò in Costa Rica per US 33,5 milioni di dollari diventando l’operatore leader nel Paese. “Il nostro focus rimane sulla valorizzazione delle operazioni nei casinò – si legge in una nota della società -. Il nostro piano di investimenti sarà diretto ad aggiornare la nostra offerta di gioco”. I ricavi della divisione slot di CIRSA sono aumentati del 9 per cento a € 145.6 milioni, con 39.971 slot e Vlt in tutta la Spagna e l’Italia, con un aumento del 2 per cento rispetto al primo trimestre 2014. “In Spagna e in Italia abbiamo intenzione di continuare con la nostra strategia di acquisizioni altamente selettive ed eliminando le macchine poco performanti per aumentare la qualità del nostro portafoglio nelle operazioni di slot”, ha detto CIRSA. Le entrate del Bingo sono cresciute del 25 per cento a 47,8 milioni €, trainate dalla crescita in Spagna e Messico, nonostante la chiusura di sette sale bingo nel periodo. “In Spagna, stiamo lavorando attivamente per ridurre la nostra base di costi, allo stesso tempo aumentiamo la nostra offerta al fine di attirare più clienti per le nostre sale”, ha detto la società. Il business B2B di CIRSA ha contribuito per ulteriori € 26,7 milioni di fatturato, con un incremento del 21 per cento rispetto a un anno fa: l’operatore mantiene la sua posizione di leadership nel mercato spagnolo delle slot machine con una quota di mercato del 55 per cento. Nel complesso, i consumi totali sono cresciuti del 21 per cento a € 18,1 milioni, mentre le spese per il personale sono aumentate del 24 per cento a € 70.0 milioni. Le imposte di gioco sono aumentati del 23 per cento a € 135.5 milioni mentre le forniture esterne e i servizi sono aumentati del 15 per cento a € 68.9 milioni. CIRSA ha complessivamente registrato un utile operativo di 40 milioni di euro nel primo trimestre 2015, in crescita del 33 per cento sul 2014. Lo scorso anno Cirsa aveva chiuso con un utile netto di 328 milioni di euro. cr/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here